"Astrazioni" - Linda Bonzagni

E’ il mio primo progetto fotografico ed è nato totalmente per caso, senza una pianificazione preliminare. I soggetti sono oggetti quotidiani/architetture/dettagli di varia natura che avevo quotidianamente davanti agli occhi e mi divertivo a reinterpretare.
Mi piace molto osservare a fondo la realtà che mi circonda, raccogliere stimoli ed emozioni, era un divertimento insomma.
Successivamente notato che le fotografie avevano un taglio simile tra loro, abbastanza caratterizzante, ed ho quindi pensato di farlo diventare un progetto. Le ho raggruppate ed ho scelto di associarle ad un titolo (scelta che mi è stata spesso criticata) per permettere a chi le guarda di comprenderne la mia personale visione e di conoscermi più approfonditamente. 
Quindi succede che una fila di alberi potati che mi sembravano tante dita alzate l'ho intitolata "domande" e le tre roselline secche raggruppate nell'angolo l'ho intitolata "pettegolezzi".
So che la fotografia dovrebbe parlare da sola e lasciare spazio alla libera interpretazione, ma penso che senza i titoli questo progetto abbia un peso diverso. 
Si tratta quindi di un lavoro leggero ed ironico, ma allo stesso tempo anche profondo, a cui sono piuttosto legata perché parla molto della mia personalità e della mia personale visione del mondo. 

Biografia

LINDA BONZAGNI – Talent Scout 2016

Sono nata e cresciuta nella campagna della provincia bolognese, che è stata per me grande fonte d'ispirazione ed in cui ho scattato le mie prime fotografie. Ho da sempre avuto una grande passione per l'arte in generale e mi sono infatti laureata in Architettura 2 anni fa ed ora pratico la professione di Architetto. Penso che il mio percorso di studi mi abbia abbastanza influenzato nella ricerca (a volte anche ossessiva) della composizione anche cromatica delle fotografie. Per la mia formazione fotografica ho fatto un paio di corsi per imparare ad utilizzare la macchina fotografica, ma la crescita personale maggiore me l'ha data sicuramente l'incontro con Franco Fontana che considero il mio "maestro". L'anno scorso ho avuto infatti l'opportunità di incontrarlo e conoscerlo approfonditamente, e gli isegnamenti ed i consigli che mi ha dato (e che mi da tutt'ora) sono per me una guida nell'approccio alla fotografia. Credo che non abbia alcuna importanza il mezzo con cui si realizzano le fotografie (lo dimostra il fatto che buona parte delle Astrazioni siano state realizzate con il cellulare) bensì l'importante sia l'idea e quello che la fotografia trasmette a chi la guarda; la fotografia è per me divertimento e ricerca continua.  

Fonderia 1 - via Roma 137, Follonica

Orario di apertura
Domenica/Giovedì - 16:30-19:30
Venerdì/Sabato - 16:28-19:30/21:00-23:00
Su prenotazione visite guidate, anche al mattino, per gli eventi di Fotonica alla Fonderia 1.

Costo del Biglietto :

  • Intero 5 €.
  • Ridotto 3 €. (Residenti a Follonica, fino a 16 anni, soci FIAF)
  • Gratuiti fino a 5 Anni